Finagricola e le certificazioni di filiera

Rubricanotizie

Finagricola ha costruito la sua politica commerciale sulla totale trasparenza del processo produttivo e distributivo. Già dal suo esordio, infatti, ha attivato un sistema di comunicazione aperta con il mercato per consentire ai consumatori e ai distributori di ripercorrere l’iter temporale e spaziale seguito da ciascuno dei suoi prodotti e per garantire la totale rintracciabilità della filiera. Tutto questo, prima ancora che la rintracciabilità dei beni alimentari diventasse obbligatoria, il 1° gennaio 2005, con l’entrata in vigore del Regolamento Comunitario n. 178/2002 Art.18.

Ad attestare la rintracciabilità della produzione Finagricola è la UNI EN ISO 22005, la certificazione di filiera agroalimentare, che ha l’obiettivo di determinare la storia e l’origine del prodotto, identificando tutte le organizzazioni coinvolte, dalla fase di produzione vivaistica a quella di coltivazione in campo, fino alla trasformazione industriale, e rafforzando il sistema di sicurezza alimentare aziendale, con conseguente aumento della numerosità e della completezza delle informazioni disponibili sulla realizzazione dei prodotti e la semplificazione della verifica delle informazioni inerenti le pratiche colturali e di trasformazione degli stessi. La rintracciabilità permette quindi di ricostruire l’intero iter del bene alimentare, tappa per tappa, e di conoscere informazioni come l’appezzamento di provenienza, le cure e le tecniche di coltivazione, i controlli, il percorso logistico seguito e tanto altro.

Finagricola gode inoltre di due certificazioni di qualità nella filiera di fornitura dei prodotti della Grande Distribuzione Organizzata (GDO): una per la Gran Bretagna, la BRC (British Retail Consortium); e l’altra a livello internazionale, l’IFS (International Food Standard). La certificazione di conformità a questi standard è riconosciuta da tutti gli operatori della filiera agroalimentare, e in particolare dalla GDO, per valutare la capacità dei propri fornitori di produrre alimenti sicuri, di gestire correttamente la qualità dei prodotti e di soddisfare le esigenze dei clienti.

Oggi, insomma, Finagricola è in grado di attestare, attraverso le certificazioni di filiera, quelli che da sempre sono i suoi valori di riferimento, ulteriore garanzia della qualità e della sicurezza dei prodotti che porta sulle tavole.

Altre notizie

20 NOVEMBRE 2020

Finagricola ottiene la certificazione HALAL

Il nostro portafoglio di certificazioni si arricchisce con la certificazione Halal. Dal termine arabo che significa...